339-5296570 info@barnia.it

Attività    Vedere, Fare, Sport, Divertirsi, Mangiare

Il Cilento è ancora poco conosciuto, ma offre tanti spunti di visita.

• L’Agricoltura
• Il mare
• L’archeologia
• La natura
• I borghi
• L’enogastronomia
• Sport

L’Agricoltura

A seconda delle stagioni è possibile seguire le attività dell’azienda agricola.
Raccolta dei fichi (fine agosto inizio settembre), puoi raccoglierli e prepararne marmellata,
Raccolta delle ulive (da ottobre a dicembre), puoi portarti l’olio delle olive che raccogli
Vendemmia (settembre), puoi gustare il vino prodotto alla Barnìa
Raccolta delle pere, puoi raccoglierle e prepararne marmellata, (luglio e agosto)
Raccolta di limoni e arance, puoi prepararne marmellata, (da aprile a giugno)


Il mare

Il Cilento ha la maggiore concentrazione in Italia di bandiere blu, riconoscimento dato per la qualità delle acque e dei servizi. La spiaggia di Ascea, distante 800 metri da Barnìa è di soffice sabbia, lunga 4km, in gran parte libera, per chi desidera i servizi tipici della spiaggia ci sono alcuni stabilimenti balneari.
Anche nei periodi di maggiore affluenza turistica puoi trovare tratti di spiaggia poco frequentati .
Barnìa mette a disposizione degli ospiti ombrellone e lettini che potrai portare ogni giorno in una spiaggia diversa.
La spiaggia di Ascea è prediletta dalle tartarughe per la nidificazione (non è raro poter assistere alla schiusa delle uova).
La scogliera (a 5km da Barnìa) è l’ideale per l’esplorazione dei fondali del mare Tirreno con maschera.
In spiaggia puoi noleggiare pedalò, barche, canoe, oppure farti accompagnare nelle spiaggette delle insenature della scogliera.

A pochi minuti di auto si possono visitare altre località e spiagge come Acciaroli, Santa Maria di Castellabate, Pisciotta, Palinuro, Camerota, Gli infreschi, Scario.

Dal Porto di Casalvelino parte la nostra barca a vela Dodi per bagni in spiagge da sogno (provare per credere).
Dal porto di Palinuro e Camerota partono i pescatori con le loro barche tipiche, i “gozzi” , per visitare le grotte di Palinuro e le spiagge degli infreschi, Cala Bianca ed altre innumerevoli località.

L’archeologia.
Barnìa è nell’area del Parco archeologico di Elea-Velia, colonia greca fondata dai Focei intorno al 540 a.c.
Interessanti sono i resti della città di epoca romana, le terme, l’agorà, il foro, il pozzo sacro, l’anfiteatro. Ancora presenti i resti dei primi insediamenti greci.
Nel Cilento sono presenti altri siti archeologici la Molpa a Palinuro e le fortificazioni di Moio della Civitella.
In 20 minuti di treno (la stazione ferroviaria è a 2,5km) si raggiunge Paestum ed i suoi templi di epoca Greca (550 a.c.)
Pompei è raggiungibile in auto o in treno così come Oplonti, Ercolano, Pozzuoli, Cuma.

La Natura.
Barnìa è immersa in centinaia di ettari di uliveti e vigneti. Tranquille passeggiate possono partire direttamente dalla casa che avrai scelto.
La presenza del Parco Nazionale ha reso possibile la protezione del territorio, la presenza di numerosi animali selvatici (tasso, volpe, cinghiale, falco, upupa, tortora, picchio).
I sentieri attrezzati dal Parco Nazionale offrono paesaggi naturali molto suggestivi: il sentiero degli innamorati parte a 100 metri dalla riva e ti porta in un bosco di lecci prima di farti apprezzare la bellezza delle scogliere dall’alto del crinale della collina.
Il sentiero degli Dei può essere intercettato direttamente partendo da Barnìa, attraversa l’area militare della città di Elea e permette di ammirare il golfo di Velia e comprendere i motivi della fondazione della città da parte dei coloni greci che scelsero l’area dove era facile proteggere le navi in due insenature naturali, oggi interrate .
Si possono ancora percorrere le strade in pietra utilizzate nei decenni scorsi per il trasporto dei prodotti agricoli con i muli.
L’oasi naturalistica dell’Alento, a 20km, offre la possibilità di osservare gli uccelli nel loro habitat umido.
Tantissime altre mete naturalistiche nel Parco Nazionale, sul Monte Stella, Pollica, le foreste del monte Gelbison, la valle delle orchidee, e . . . tanto altro.

I borghi.
I piccoli paesi offrono l’ambiente tipicamente mediterraneo. A ridosso della costa i paesini sono costruiti in un intreccio di viuzze, vicoli, piazzette, archi, tipiche del periodo medievale .
Ascea, Pisciotta, Rodio, San Severino, Lentiscosa, Licusati, Pollica, San Mauro Cilento, Acquavella, Castelnuovo, Salento, Gioi, Stio, Pellare, solo alcuni dei piccoli borghi medievali dove il tempo scorre lento.
I paesini di mare di Scario, Camerota, Pisciotta, Pioppi, Acciaroli, Agnone, Santa Maria di Castellabate possono farti sentire i sapori e le atmosfere del nostro mare, dei pescatori, dell’allegria sonnacchiosa della nostra gente.


L’Enogastronomia
Molto si è scritto sulla longevità delle popolazioni del Cilento legata al cibo semplice e genuino. In realtà la “dieta mediterranea”, osservata dagli scienziati di tutto il modo, è semplicemente il modo povero di cibarsi di quello che il Cilento offriva ai nostri avi e che ancora oggi è a disposizione.

Le farine da grano antico, l’utilizzo di lieviti naturale (il levito madre), il condimento semplice della pasta, il pane conservato a lungo, le tante verdure spontanee (cicoria, cardi, verze, fagioli, zucchine, cavoli, fave), il modo di preparare le semplice zuppe di verdure e legumi, il pesce azzurro abbondante nel nostro mare, l’olio extravergine di oliva, i formaggi semplici e leggeri. Da sempre è stato il nostro modo di alimentarci, poi abbiamo scoperto che fa bene alla salute !

Numerose trattorie servono i nostri piatti tipici. Scarola e fagioli con la “fresella” (pane lasciato seccare nel forno); melenzane imbottite, alici imbottite, alici in mollica, fusilli al ragù di capra, pasta con i broccoli freschi, lagani e ceci, ciambotta (verdure di stagione cotte lentamente) . . . . i sapori di una volta.

Sport

Equitazione : maneggio “Battagliese” è a circa 1000 metri
Trekking : direttamente dalla tua casa, molti sentieri attrezzati, facili ed impegnativi.
Tennis : campi in terra rossa a 800 metri
Windsurf : direttamente dalla spiaggia, vento sempre presente
Diving: centro diving a Casalvelino (6km) e Palinuro (26km)
M.B.: strade di campagna in pianura e più impegnative
Vela: con la nostra barca a vela “Dodi”